Consiglio europeo (9 e 10 marzo 2017) [fr]

Dichiarazione del Presidente della Repubblica alla stampa al suo arrivo al Consiglio europeo

JPEG

Bruxelles – Giovedì 9 marzo 2017

IL PRESIDENTE :
Sì, io sostengo Donald TUSK perché io stesso avevo fatto la proposta che potesse diventare Presidente del Consiglio europeo. Era due anni e mezzo fa. Allo tempo stesso per ragioni di continuità, di coerenza, di stabilità, considero che sia il candidato che s’impone oggi per rimanere Presidente del Consiglio europeo. Non vedo come un solo Stato possa opporsi a questa soluzione, quando tutti gli altri vi sono favorevoli.
Nel momento che stiamo attraversando, con un’Europa che deve affermare la sua unità, un’Europa che deve essere ferma nei confronti di un certo numero di pressioni che vengono esercitate su di lei, ci sono tutte le ragioni per confermare qui la nomina di Donald TUSK.

Giornalista :
Signor Presidente, per l’anniversario dei Trattati di Roma quali saranno i grandi principi nella dichiarazione che sarà approvata a Roma ?

IL PRESIDENTE :
I grandi principi, sono quelli che abbiamo riaffermato, ancora qualche giorno fa a Versailles, con la Cancelliera Angela MERKEL e i Presidenti del Consiglio spagnolo e italiano.
L’Europa deve contemporaneamente proteggere e offrire progresso. Proteggere, è la difesa europea che deve fare passi avanti, è la sicurezza delle frontiere, è la lotta contro il terrorismo. Essa deve offrire progresso : è l’occupazione, è la crescita, è un progetto di armonizzazione fiscale e sociale affinché l’Europa possa, nella competizione mondiale, esprimere pienamente il suo ruolo.
Insisterò su una sola ambizione che mi sembra superiore a tutte le altre, è che l’Europa deve essere utile al mondo. L’Europa è stata un esempio ed è per questo che festeggiamo questo anniversario, un esempio di pace, un esempio di stabilità, un esempio di libertà, un esempio di democrazia.
Ebbene domani, l’Europa deve essere non solo un esempio, ma deve essere utile, cioè pesare sul destino del mondo.
Grazie.

Fonti : Sito dell’Eliseo

Ultime modifiche: 28/03/2017

Su della pagina