Dichiarazione Francia-Germania-Regno-Unito sulla situazione in Iraq [fr]

Dichiarazione congiuta del Presidente della Repubblica francese, della Cancelliera federale della Germania e del Primo Ministro del Regno Unito - 6 gennaio 2020

Abbiamo condannato i recenti attacchi contro i siti della coalizione in Iraq e siamo molto preoccupati del ruolo negativo esercitato dall’Iran nella regione, in particolare dalle forze Al Qods sotto l’autorità del Generale Soleimani.

Una distensione è ora necessaria. Facciamo appello a tutte le parti per agire con ritegno e responsabilità. L’attuale serie di violenze in Iraq deve cessare.

Facciamo appello in particolare all’Iran di astenersi da ogni azione violenta o di proliferazione e chiediamo che esso ritorni immediatamente in conformità ai suoi impegni nell’ambito del Piano d’azione congiunto globale (JCPoA).

Ricordiamo il nostro attaccamento alla sovranità e alla sicurezza dell’Iraq. Riaffermiamo inoltre il nostro impegno a proseguire la lotta contro Daech, che rimane prioritaria. La salvaguardia della coalizione è, in questo senso, decisiva. Rivolgiamo l’appello alle autorità irachene affinché continuino di fornirgli ogni appoggio necessario.

Siamo pronti a proseguire il dialogo con tutte le parti in causa al fine di contribuire alla distensione delle tensioni e al ristabilimento della stabilità nella regione.

Ultime modifiche: 07/01/2020

Su della pagina