Conoscete la doppia laurea di Ingegnere delle “Scuole centrali” francesi e dei loro partners universitari italiani ? [fr]

Avviato 25 anni fa dal gruppo delle “Scuole centrali”, Ecoles centrales (Centrale-Supelec, Centrale Lyon, Nantes, Lilla e Marsiglia) e il sistema universitario TIME (Politecnico de Milano, Politecnico di Torino, Università di Trento e di Padova), il sistema della doppia laurea di ingegnere ha riscontrato un grandissimo successo presso gli studenti francesi e italiani. Diverse centinaia sono i titolari di questa laurea particolarmente apprezzata dalle imprese a vocazione internazionale. Per far conoscere meglio questo tipo di formazione, il gruppo Ecoles centrales e TIME, in collaborazione con la Camera francese di commercio, CCI France-Italie, ha organizzato una giornata di informazione e per promuovere il contatto e gli scambi tra i giovani laureati e i grandi gruppi francesi e italiani. Una sessantina circa di giovani laureati hanno così potuto farsi conoscere il 12 maggio dai responsabili delle Risorse umane dei gruppi BNP-Paribas, Crédit agricole, Société générale, Unicredit, Altran, Barilla, Edison, Michelin, Renault e Synergie.

La giornata di incontri si è aperta con gli interventi di Denis Delespaul, Presidente della CCI, di Olivier Brochet, Console generale, di Didier Bourguignon, Direttore di Business France Italia, di Frédéric Dorel, Direttore delle relazioni internazionali dell’Ecole centrale di Nantes e di Chiara Manfredda, Responsabile della formazione d’Assolombarda. Nel suo intervento, il Console generale ha salutato l’importanza dell’iniziativa che ha messo in evidenza le considerevoli competenze dei giovani ingegneri che hanno seguito questa formazione multiculturale. Ha ricordato l’intensità delle relazioni economiche bilaterali e il bisogno delle imprese di assumere i giovani francesi e italiani idonei a lavorare nei due paesi e di valorizzare le loro specificità culturali.

Questa doppia laurea contribuisce alla vitalità delle relazioni universitarie tra i nostri due paesi. Sono infatti più di 4.000 gli accordi tra le università francesi e italiane (tra questi 250 lauree collegate), e la Francia è la 3^ destinazione degli studenti italiani, che sono oggi più di 10.000 (1° gruppo europeo), un numero regolarmente crescente dal 2009 (+ 30 %). Ricordiamo infine che la Francia e l’Italia sono l’una per l’altra il 2° partner commerciale ; la Francia è il primo investitore straniero in Italia (51 Md€ e 220.000 occupati) e l’Italia è il 3° investitore straniero in Francia.

Ultime modifiche: 19/05/2017

Su della pagina