La relazione italo-francese in cifre chiave [fr]

L’analisi delle varie sfaccettature della relazione franco-italiana tramite schede tematiche nelle quali sono illustrate per ogni settore i progetti e le cifre chiave della cooperazione franco-italiana.

JPEG

La Francia e l’Italia

La singolare relazione che lega Italia e Francia affonda le sue radici nella storia dei nostri paesi. Essa si nutre della nostra vicinanza linguistica e culturale, della nostra reciproca attrazione, della moltitudine dei legami che si sono intrecciati nel corso dei secoli. Spiega l’indistruttibile amicizia, per riprendere l’espressione del Presidente Mattarella, che unisce i nostri due paesi.

La relazione franco-italiana si articola anche attorno a interessi reciproci estremamente forti: la Francia e l’Italia sono, l’una per l’altra, partner economici principali. La Francia è il secondo cliente e il secondo fornitore della penisola. L’Italia è il terzo fornitore e il quarto cliente della Francia. I nostri paesi sono legati da accordi di cooperazione in tutti i settori: culturale, educativo, scientifico, militare.

Francia e Italia condividono lo stesso ideale europeo di cui sono entrambe membri fondatori. Esse sono impegnate per la salvaguardia del multilateralismo e la protezione del pianeta. Sono rari gli esempi di una così grande influenza reciproca.

Come ogni relazione stretta, intensa e forte, essa non è esente da incomprensioni e tensioni, come ha potuto dimostrare il 2019. È in questi momenti che i due paesi hanno potuto misurare la profondità e la forza dei loro legami per superare le loro divergenze.

Dal 1982, un vertice bilaterale riunisce ogni anno il Presidente della Repubblica francese e il Presidente del Consiglio italiano, assieme ai loro ministri. Esso permette di rafforzare i nostri progetti di cooperazione comuni, ma anche europei e multilaterali. Permette soprattutto di esprimere il formidabile legame che unisce i nostri due paesi e conferma questa relazione tanto cara ai nostri popoli.

Il trentacinquesimo vertice italo-francese che si terrà il 27 febbraio 2020 a Napoli non farà eccezione. Dimostrerà ancora una volta quanto la Francia e l’Italia lavorino al servizio di un ideale europeo e multilaterale, agiscano per la rifondazione dell’Europa e cooperino attivamente per contribuire alla pace e alla prosperità in tutto il mondo. Insieme.

Christian Masset, Ambasciatore di Francia in Italia

Consultare le schede:

  1. Introduzione dell’Ambasciatore
  2. Economia e Commercio
  3. Trasporti, energia, ambiente
  4. Sicurezza e Giustizia
  5. Difesa e armamento
  6. Lingua francese, educazione e insegnamento superiore
  7. Cinema e audiovisivo
  8. Politica del libro
  9. Ricerca e innovazione
  10. Cooperazione spaziale

Ultime modifiche: 18/02/2020

Su della pagina