Riunione del G7 sull’ambiente [fr]

Il Ministro della Transizione Ecologica e Solidale, Nicolas Hulot, si è recato a Bologna il 12 giugno per partecipare alla riunione ministeriale del G7 sull’ambiente, su invito del Ministro dell’Ambiente italiano, Gian Luca Galletti.

Nicolas Hulot et Gianluca Galletti
Nicolas Hulot et Patricia Espinosa, UNFCCC Executive secretary
Nicolas Hulot et Therese Coffey, ministre de l'environnement britannique
Toriq Ibrahim, ministre de l'environnement des Maldives, et Nicolas Hulot

Hanno partecipato alla riunione anche la ministra canadese dell’ambiente Catherine McKenna, l’amministratore dell’agenzia per la protezione dell’ambiente degli Stati Uniti Scott Pruitt, la ministra tedesca Barbara Hendricks, la sottosegretaria di Stato britannica Thérèse Coffey e la ministra giapponese Kouichi Yamamoto, nonché i Commissari europei responsabili rispettivamente del clima e dell’ambiente, Miguel Canete e Karmenu Vella.

L’ 11 giugno, le sessioni di lavoro hanno coinvolto i ministri dell’ambiente del Cile, delle Maldive, dell’Etiopia e del Ruanda, che rappresentano i paesi che subiscono già oggi le conseguenze del cambiamento climatico. Rappresentanti delle imprese e delle università sono stati ugualmente invitati per sottoporre le loro proposte ai ministri.

Le discussioni si sono incentrate sugli obiettivi di sviluppo sostenibile, sul cambiamento climatico, sulla finanza sostenibile, sull’efficienza delle risorse, sui rifiuti marini, sulle banche multilaterali di sviluppo, sulla fiscalità ambientale, sull’occupazione e sull’Africa.

La riunione si è conclusa con una conferenza stampa nel corso della quale il ministro italiano dell’ambiente ha presentato un comunicato a nome dei sette paesi.

A margine della riunione ministeriale, il ministro Hulot si è intrattenuto con i suoi omologhi italiano, britannico e canadese, nonché con il ministro dell’ambiente e dell’energia delle Maldive Thoriq Ibrahim, con la segretaria dell’UNFCCC Patricia Espinosa e con il presidente del GIEC Lee Hoesung.

Ultime modifiche: 30/06/2017

Su della pagina