Salone bianco [fr]

Anche chiamato “Camera della regina Cristina di Svezia” dopo aver ricevuto la sovrana dal dicembre 1655 al luglio 1656. Luterana convertita al cattolicesimo, è ospitata a Palazzo Farnese per qualche mese dopo la sua abdicazione.

Sul soffitto a cassettoni è raffigurato lo stemma del cardinale Odoardo Farnese che commissionò anche la terrazza costruita verso il 1603 e visibile dalle finestre.

È in questo luogo che Camille Barrère, uno degli ambasciatori più emblematici dell’inizio del XIX secolo, aveva il suo ufficio.

Ultime modifiche: 19/12/2018

Su della pagina