Salone rosso [fr]

Fino al 1787, questo salone, un tempo chiamato “salone dei filosofi”, conteneva busti antichi di filosofi e poeti greci. Portata a Napoli dai Borboni, la collezione si trova oggi al Museo archeologico della città. Il camino in marmo è stato realizzato nel 800 mentre il soffitto a cassettoni risale al Cinquecento. Intorno al 1860 Antonio Cipolla diede un colore caffè-latte molto particolare al legno dei soffitti. I Borboni, trasferitisi nel palazzo a metà dell’Ottocento, si erano infatti rivolti a quest’artista napoletano per il restauro dell’edificio. Cipolla è anche l’autore di ornamenti dipinti e dei plinti in finto marmo che si trovano nella maggior parte dei saloni.

Ultime modifiche: 15/01/2021

Su della pagina