Servizio di Sicurezza Interna [fr]

JPEG - 57.3 Kb

1. La Direzione per la Cooperazione Internazionale (DCI)

La Direzione per la Cooperazione Internazionale (DCI) è un ente comune alla Polizia e alla Gendarmeria nazionali francesi. Mette in atto la politica estera della Francia nelle materie di competenza del Ministero dell’Interno.

Lavorando allo sviluppo della cooperazione tra Francia ed i paesi dove prestano servizio, i poliziotti e i gendarmi francesi della DCI sono responsabili della protezione dei cittadini francesi espatriati, nonché della tutela degli interessi della Francia. Le loro azioni mirano a contribuire alla sicurezza nazionale.

Una risposta internazionale alle molteplici sfide di un mondo in mutamento

La cooperazione tra paesi è indispensabile per contrastare le diverse minacce che appaiono fuori dai confini. Terrorismo, criminalità organizzata transnazionale, traffici di droga o armi, immigrazione irregolare e cyber-criminalità rappresentano gli assi prioritari di lavoro dei poliziotti e gendarmi della DCI. Per portare a termine azioni di cooperazione sia bilaterali che multilaterali, la Francia si avvale della sua rete dei servizi di sicurezza nazionale distribuita in 73 ambasciate. Detta rete, composta da 300 poliziotti e gendarmi, copre 158 paesi. È costituita da addetti alla sicurezza nazionale, vice addetti, ufficiali di collegamento, assistenti, cooperanti oppure esperti tecnici internazionali.

Una missione di coordinamento ed animazione

La DCI guida e coordina la cooperazione tecnica, istituzionale e operativa delle Polizia e Gendarmeria nazionali, ad eccezione degli argomenti che rientrano nella competenza esclusiva dei servizi di intelligence.

È inoltre incaricata di attuare la cooperazione tecnica del ministero dell’Interno in particolare a favore del suo segretariato generale, della direzione generale della sicurezza civile, della direzione generale degli stranieri in Francia, della direzione generale degli enti locali, nonché della delegazione alla sicurezza ed alla circolazione stradali.

JPEG - 522.1 Kb

2. Il Servizio di sicurezza nazionale (SSI) di Roma

Antenna locale della DCI, il Servizio di sicurezza nazionale di Roma fa parte dell’Ambasciata di Francia presso la Repubblica italiana fin da ottobre 1997, la cui competenza è estesa anche a Malta. È l’interfaccia istituzionale tra le forze di polizia italiane o maltesi, in generale, e i loro omologhi francesi.

L’Addetto alla sicurezza nazionale (ASI)

Consigliere dell’ambasciatore per quanto riguarda le questioni relative alla sicurezza nazionale oppure di competenza del ministero dell’Interno, guida e coordina la cooperazione bilaterale di sicurezza e di governance, nonché la cooperazione multilaterale, in particolare nei suoi aspetti tecnici, operativi e istituzionali. L’Addetto alla sicurezza nazionale gode dello statuto diplomatico ed attua la cooperazione definita dal ministro dell’Interno, in linea con gli orientamenti generali della politica estera francese.

Il personale del Servizio di sicurezza nazionale (SSI)

Nell’esercizio delle sue funzioni, l’Addetto alla sicurezza nazionale (colonnello di gendarmeria) è secondato da:
-  un vice addetto alla sicurezza nazionale (comandante di polizia);
-  cinque ufficiali di collegamento, poliziotti o gendarmi, specializzati nella lotta alla criminalità organizzata, al terrorismo e all’immigrazione irregolare;
-  un assistente della Gendarmeria nazionale;
-  e una segretaria.

3. Contatto

Ambasciata di Francia presso la Repubblica italiana
Servizio di sicurezza nazionale
Piazza Farnese 67
00186 Roma

Link utili :

Siti internet raccomandati :

Pour contacter le Service de Sécurité Intérieure :


Invia un messaggio
  • Stato Civile

Ultime modifiche: 04/08/2020

Su della pagina