Visita di Nathalie Loiseau e Brune Poirson all’EFSA [fr]

Nathalie Loiseau e Brune Poirson si sono recate venerdì 16 marzo all’Agenzia europea per la sicurezza alimentare (EFSA) per accelerare la riforma del sistema di valutazione delle sostanze chimiche.

JPEG

Nathalie Loiseau, Ministra incaricata degli Affari Europei e Brune Poirson, Sottosegretaria di Stato presso il ministro della Transizione Ecologica e Solidale si sono recate presso la sede dell’ Agenzia europea per la sicurezza alimentare (EFSA), che si trova a Parma, per esaminare le possibilità di miglioramento della trasparenza e l’ indipendenza del sistema europeo di valutazione delle sostanze presenti nell’alimentazione, dopo le polemiche sul glifosato e le crisi sanitarie come quella del fipronil nelle uova.

Nathalie Loiseau, ministra incaricata degli Affari Europei ha dichiarato : « I francesi e gli europei hanno diritto ad un’alimentazione sicura e di qualità : oggi abbiamo il dovere di rafforzare il sistema europeo di valutazione e di gestione dei rischi. L’EFSA ha un ruolo fondamentale » .

Brune Poirson, Sottosegretaria di Stato presso il ministro della Transizione Ecologica e Solidale ha dichiarato : "Oggi abbiamo avuto un dialogo aperto e costruttivo con l’EFSA, per rafforzare l’indipendenza e la trasparenza di tutto il sistema europeo di valutazione ".

L’iniziativa delle ministre fa seguito al discorso pronunciato dal Presidente della Repubblica nell’ottobre 2017, agli Stati generali dell’alimentazione, in cui ha evocato il diritto di ciascun cittadino ad avere accesso ad un’alimentazione sicura e di qualità, nonché la necessità di assicurare l’indipendenza e la trasparenza degli studi scientifici.

Per raggiungere quest’obiettivo, Nathalie Loiseau e Brune Poirson hanno evocato quattro linee d’azione con i rappresentanti dell’EFSA :
- Migliorare la trasparenza aprendo l’accesso ai dati sui quali si basano le decisioni prese dalle agenzie;
- Garantire l’indipendenza delle consulenze e la prevenzione dei conflitti d’interesse;
- Fissare procedure chiare in caso d’incertezza e di pareri scientifici discordanti;
- Saper trattare le divergenze di analisi tra agenzie nazionali, europee e internazionali.

Ultime modifiche: 02/05/2018

Su della pagina